• Thebloodyisland

Un mese sull'isola: Maggio



Maggio è, da sempre, il mese dedicato alle donne.

In uscita tantissime scrittrici che amiamo, qualche scoperta e anche un paio di maschietti.


Che scoperta Rachel!

Ho iniziato come al solito dalla fine, dal terzo libro di una trilogia di cui però ho intenzione di recuperare subito il resto. Ne ho scritto qui ma se non avete voglia di leggere il post vi dico solo, "Leggete Rachel Cusk!"




Libro difficile da decifrare, da descrivere e, soprattutto, da catalogare.

Un romanzo, un diario, un paradossale manuale per trovare se stessi: innovativo, sorprendente, duro; il racconto dell’irrequietezza, l’amore e il turbamento di una giovane donna del nuovo millennio.




Seconda lettura condivisa con il nostro gruppo di lettura. Altra bella esperienza e altra interessante scoperta.

Colagrande può sembrare difficile e dispersivo ma certamente ha un tratto originale non indifferente.

Un romanzo un po' pazzo di cui resterà traccia.




Una bellissima scoperta!

"Tutti desideriamo qualcuno che ci ha lasciato, vorremmo con lui prendere un’ultima volta un bicchiere di vino fra i tavoli di un vicolo, fargli ancora le domande che gli abbiamo già fatto, abbandonarci al tepore, agli abbracci, a un profumo perduto, ispido e familiare, così come ci appare in sogno perché non potrebbe accadere nella realtà? Una volta, una soltanto"




Due investigatrici private sulle tracce di un’adolescente in fuga , Apocalypse Baby è una black-comedy tutta al femminile, un thriller antisociale, collerico e irriverente. Una Despentes non ai livelli delle altre sue opere ma sempre un piacere da leggere.





Una Tiffany che non ti aspetti, ma che lascia sempre il segno.

QUI ne abbiamo scritto









Quando hai bisogno di una coccola sai che su Elizabeth puoi sempre fare affidamento.

La sua scrittura elegante e la sua penna delicata ci hanno accompagnate di nuovo nella vita di Lucy Barton e anche questa volta ci siamo innamorate (QUI)






Libro di quelli imprescindibili, una storia d'amore e di sofferenza, doloroso, intimo e malinconico, di una bellezza disarmante e terribile. Una storia d'amore gay che diventa una storia assoluta, un viaggio nella mente e nel cuore di un uomo che ha perso l'amore della sua vita.




Una spolveratina di Allende ogni tanto, non fa mai male.

Niente di indimenticabile ma sempre una lettura piacevole e rilassante.

Una certezza.


0 commenti

Post recenti

Mostra tutti