• S.

SiamoSerie


Ho appena terminato la visione di "Alta Fedeltà" , serie tv tratta dall'omonimo libro di Nick Hornby del 1995 a cui ha fatto seguito l'adattamento cinematografico con John Cusack nel 2000, e sono triste. Triste perché queste per me sono proprio le serie del cuore, che guarderei ogni giorno e che non mi stancano mai.

Non vi racconterò la trama, che tra libro e film conoscerete già tutti, ma i cinque motivi per cui la dovete guardare, assolutamente:


1 - La musica.

Se siete amanti della musica e soprattutto dei vinili (come me) questa è la vostra serie. Dall'inizio alla fine tutto è scandito da musica. E non solo se ne ascolta, ma anche se ne parla, perché ogni aspetto della vita può finire in una TOP 5 (proprio come questo post) e i protagonisti giocano spesso a fare elenchi musicali per ogni argomento, ed è uno spasso (prendete carta e penna e segnate).


2 - New York.

E ho detto tutto.

Basta il nome della città in cui più di tutte vorrei tornare al più presto, con urgenza.

Il negozio di dischi in cui è ambientata la serie, il "Championship Vinyl" di proprietà di Rob (la protagonista principale) si trova a Brooklyn ed è un gioiello vero, un luogo dei sogni in cui respirare musica e parlare di musica.


3 - Zoe Kravitz.

Nei panni di Rob, appunto. Sexy, libera, indipendente, bisessuale, supertatuata, vive di musica. Un personaggio interpretato egregiamente. Calzini bianchi e mocassini, whisky liscio e sigarette, sesso occasionale e tradimenti.

Ed è bella e brava da paura!

Ottima l'idea delle sceneggiatrici di aver scelto una protagonista femminile (nel libro e nel film è un uomo), per cambiare il punto i vista e ottima la scelta di Zoe, perché ci sta alla grande.


4 - Simon & Cherise

Tutti gli attori sono magnifici. Di Zoe vi ho già detto, ma aggiungo i suoi migliori amici nonché dipendenti nel suo negozio: Simon, un suo ex boyfriend che scopre di essere gay, e la mitica Cherise, che regala perle di saggezza e cinismo a badilate.

I loro siparietti in cui discutono di musica, di storie d'amore e di aspirazioni, sono da manuale. Da non perdere la scena in cui devono decidere se accettare che un cliente compri un disco di Michael Jackson, presunto pedofilo.


5 - Script

Non si tratta di una trasposizione televisiva del libro ma è una serie a cui fa riferimento, con una trama ben definita che si adatta perfettamente al suo tempo.

Qualcosa di fresco, colorato e molto, molto americano.

Dialoghi divertenti e incalzanti ma non solo. Anche tematiche intelligenti


A mio avviso avete tutti i motivi per non perdervela per nessuna ragione al mondo, ma se non amate la musica, lasciate perdere e se lo volete guardare doppiato, pure.


0 commenti

Post recenti

Mostra tutti