• Thebloodyisland

Friday i'm in love


Reduci da seratone di binge watching e letture importanti, siamo pronte per questo nuovo week end.

Finalmente dopo le ultime settimane di scarse uscite, stiamo per entrare in periodo ricco di carne al fuoco!

Partiamo dalle librerie... Dopo le feste natalizie le nuove uscite non si fanno attendere e le case editrici cominciano a sparare i primi colpi.

"Vicini di casa" di Thomas Berger (SUR).

Questo romanzo «divertentissimo e misterioso», come lo ha definito il New York Times, si svolge tra le case di un sobborgo residenziale americano, popolato da vite sonnecchianti e avvolte in un manto borghese di stabilità. Earl Keese, un uomo di mezza età anonimo e sovrappeso, vive qui con la moglie Enid; sono felicemente soli, perché da qualche tempo la loro figlia ventenne, Elaine, si è trasferita al college. Quando nel vicinato trasloca una giovane coppia, Harry e Ramona, la routine di Keese viene improvvisamente sconvolta: Harry è un omone all’ apparenza bonario che nasconde però un lato aggressivo e calcolatore, mentre Ramona, sensuale e sicura di sé, inizia da subito a provocare Keese. Semplici eccentrici o abili impostori?

"Due o tre cose che so di sicuro" di Dorothy Allison. (Minimum Fax)

Affascinate dalla lettura del suo bellissimo "La bastarda della Carolina" siamo contente di scoprire l'uscita del suo nuovo romanzo descritto dalla critica come un'eco piena di dolore. Dorothy Allison si sposta dal romanzo al memoir per esplorare in profondità la storia della sua famiglia, e ci regala un piccolo gioiello: un’esplorazione dei tanti modi in cui i pettegolezzi di una generazione possono trasformarsi in leggende per chi li eredita. Illustrato con fotografie tratte dalla collezione personale dell’autrice, "Due o tre cose che so di sicuro" racconta la storia delle donne Gibson – sorelle, cugine, figlie e zie – e degli uomini che le hanno amate, che spesso hanno abusato di loro e che, ciononostante, ne hanno condiviso i destini.

"La memoria della cenere" di Chiara Marchelli. (NNE)

Giovane scrittrice italiana che noi non conosciamo ma che è già al suo quarto romanzo.

Vive e insegna a New York dove ambienta in parte la storia di Elena, una scrittrice che sa leggere le storie sui volti delle persone. Una notte, un aneurisma la colpisce nella sua casa di New York. Sopravvive, e insieme a Patrick decide di trasferirsi in Francia, in un paesino ai piedi del vulcano Puy de Lúg. Quando i genitori vengono a trovarla per un breve soggiorno, il loro arrivo coincide con un’improvvisa eruzione del vulcano. E mentre una colonna di fumo, cenere e lava inizia a uscire dalla bocca del Puy de Lúg,

i protagonisti si trovano bloccati tra le mura di casa, in un tempo sospeso che sovverte ruoli e sicurezze, paure e desideri.

Al cinema è arrivata l'ultima fatica di Julian Schnabel, artista e regista dal grande talento, "Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità". Per la seconda volta Shnabel affronta la storia di un grande artista (ricordiamo che ha esordito alla regia con il bellissimo "Basquiat") e questa volta racconta gli ultimi e tormentati anni di Vincent Van Gogh, dalla burrascosa amicizia con Paul Gauguin, fino al colpo di pistola che lo uccise a soli 37 anni. A interpretare il tormentato artista c'è Willem Dafoe, pare in un interpretazione magistrale.

E ancora, in uscita il 17 gennaio, "Maria Regina di Scozia", film tutto al femminile, a partire dalla regista, Josie Rourke (al suo esordio). Storia di due regine (Saoirse Ronan e Margot Robbie, rispettivamente Maria Stuarda ed Elisabetta I regina d'Inghilterra), in lotta per la stessa corona. Scritto dal Beau Willimon di House of Cards, ripropone la rivalità delle due donne.

Nel piccolo schermo invece è già partita la terza, attesissima stagione di True Detective. Questa volta nella parte dei due detective, Mahershala Ali (premio Oscar 2017 come attore non protagonista in Moonlight) e Stephen Dorff. Abbiamo già guardato le prime due puntate e siamo abbastanza soddisfatte. Ovviamente niente a che vedere con la prima irraggiungibile stagione ma diciamo che dopo una deludente seconda, siamo tornati a buoni livelli. Si percepisce già una grande sceneggiatura e una ottima interpretazione dei due attori. Le basi quindi ci sono tutte, a partire dalla stilosissima sigla (di ordinanza) e dalle atmosfere cupe e tormentate.

Notizia importantissima, in ambito musicale è l'uscita, proprio oggi, del nuovo album di James Blake, "Assume Form".

Siamo pronte a immergerci nelle sue sonorità che vedono la partecipazione di numerosi artisti rinomati e l'esplorazione di molti generi musicali.

Lui si chiama Clavdio, fa l'operaio (ancora per poco) e di nascosto (ormai non più) il cantautore.

L'avevamo conosciuto con "Cuore", il suo primo singolo, e questo è "Ricordi", nuovo e molto bello.