• Thebloodyisland

Friday i'm in love


Eccoci!

Reduci dall'ennesimo concerto settimanale che ci allunga la vita (abbiamo appena letto un articolo nel quale si dichiara che un concerto ogni due settimane allunga la vita di circa nove anni!!!!) ma che ci ricorda anche che, data l'età, se non dormiamo le nostre otto ore per notte, siamo intrattabili. Ma le ore piccole le abbiamo fatte volentieri, questa volta per Cesare Cremonini arrivato nei palazzetti dopo il successone di questa estate negli stadi. Eravamo nella sua e un po' nostra Bologna e dobbiamo proprio dire che che ci è piaciuto molto.

Abbiamo scoperto un artista completo, che sa stare sul palco con grande naturalezza e che con generosità ha cantato e suonato per due ore e mezza, senza pausa, facendo divertire ed emozionare. Uno show con la S maisucola, che lo posiziona sicuramente tra i più grandi cantautori italiani e lo ha mostrato sincero, emozionato e grato del grande successo che finalmente è arrivato.

Non abbiamo concerti in vista fino all'anno prossimo, quindi nella speranza che anche il cinema allunghi la vita, partiamo con i consigli non richiesti per il grande schermo:

Il tanto atteso "Bohemian Rapsody" arriva finalmente nelle sale italiane e la curiosità è altissima. Alcune testate giornalistiche hanno avuto parole un po' dure, ma certamente non ci faremo scoraggiare. Rami Malek nei panni del leggendario Freddie Mercury è da vedere. Ancora un biopic musicale nel quale si narra la storia del mitico cantante dei Queen e della sua purtroppo breve vita.

Per quanto riguarda la carta stampata, ci possiamo proprio rilassare in prossimità di Dicembre. Le case Editrici più importanti infatti, nel mese di Dicembre non pubblicano quasi niente di nuovo avendo fatto uscire le ultime novità fino a novembre, per agevolare gli acquisti natalizi. Pertanto, rispolveriamo qualche riedizione o uscita che ci è scappata.

Iniziamo da una riedizione di un romanzo del 1992 di Denis Johnson "Jesus' Son". Undici racconti brevi allucinati, ambientati nelle infinite praterie dell'Iowa. Un libro crudo, ruvido e con contenuti forti.

Altra uscita interessante, di un mese fa, è Proletkult firmata dal mitico collettivo Wu Ming. Con nostra grande colpa non abbiamo mai letto nulla di loro ma forse è il caso di iniziare. Questo libro, ambientato a Mosca nel 1927 segue le vicende di Aleksandr Bogdanov, scrittore di fantascienza, ma anche rivoluzionario, scienziato e filosofo che riceve la visita di un personaggio che sembra uscito direttamente dalle pagine del suo romanzo. È l'occasione per ripercorrere le tappe di un'esistenza vissuta sull'orlo del baratro, tra insurrezioni, esilio e guerre, inseguendo lo spettro di un vecchio compagno perduto lungo la strada.

Per oggi i consigli non richiesti sono finiti, pochi ma buoni!

Ed è quindi arrivato il momento dei saluti che oggi suonano così:

"Possibili scenari si contendono le nostre vite

Mentre noi le stiamo lì a guardare

È chiaro che all'origine del mondo

Chi progettò la ruota in fondo ci sapeva fare"

"Possibili Scenari"_Cesare Cremonini.