• Thebloodyisland

Friday i'm in love


Le ferie son finite, l'estate è agli sgoccioli, la vita fa schifo e poi muori (aggiungerebbe Maura Pfefferman) ma mettiamo da parte lo sconforto e la malinconia e cerchiamo di vedere le cose positive.

Una su tutte, riapriamo oggi il nostro blog!

La voglie di scrivere è tanta e tante le cose di cui parlarvi.

Se la prima metà di agosto ci ha regalato poco come novità da leggere e guardare, questa settimana sono molte e davvero interessanti.

La prima uscita, per cui non stiamo nella pelle e già in carrello è "Ragazzi, che giornata! diari 1977-2002" di David Sedaris che uscirà martedì 28. A chi non conosce Sedaris, possiamo solo dire che è probabilmente l'autore più divertente, ironico e graffiante del nostro secolo. Per quarant’anni ha tenuto un diario in cui ha registrato qualsiasi cosa catturasse la sua attenzione: i commenti fatti alle spalle, i gossip più salaci, i colpi di scena delle soap opera, i segreti confessati da totali sconosciuti. Tutte queste osservazioni sono la materia originaria, viva e pulsante, dei suoi lavori, il luogo dove ha perfezionato le sue frasi più ingegnose e audaci. La scrittura di questo diario (non troppo privato) è quella che ha reso David Sedaris un autore di culto nel mondo. Segnaliamo la sua presenza al Festivaletteratura di Mantova (di cui parleremo meglio più avanti), venerdì 7 settembre, noi ci saremo. Se volete sbirciare il programma lo trovate qui.

Rieditata a metà Luglio, reduce dal successo della serie Tv da cui è tratta (e di cui a breve scriveremo) è la saga "I Melrose" di Edward St Aubyn. 5 volumi scritti nei primi anni 90 che si basano sulla vita dell'autore, cresciuto in una disfunzionale famiglia dell'alta borghesia britannica, il quale ha affrontato la morte di entrambi i genitori, problemi di alcolismo, una dipendenza da eroina, e successivamente la guarigione, il matrimonio e la paternità. Cinque capitoli di un ciclo narrativo e di un unico formidabile, blasfemo romanzo di formazione che ha lasciato un segno profondo nella letteratura contemporanea. La serie TV è straordinaria e sappiamo che di solito non si guarda mai la trasposizione prima di aver letto il libro ma credeteci, la cosa non ci fermerà e le regole ci stanno strette.

In uscita il 28 agosto il nuovo romanzo della scrittrice irlandese Edna O'Brien, di cui abbiamo letto e recensito "Tante piccole sedie rosse", dal titolo "Un feroce dicembre". Definita da Roth come la più talentuosa tra le donne che scrivono in inglese, ci racconta del ritorno di un emigrante in un paese dell'Irlanda, che risveglierà antiche faide familiari.

Sempre dal 28 agosto, un grande ritorno, quello di Jeffrey Euganides, con una raccolta di racconti sull'amore: " Una cosa sull'amore". Per la prima volta lo scrittore americano, che ci ha fatto innamorare con "Middlesex" (Premio Pulitzer del 2003) e "Le vergini suicide", si cimenta nel racconto breve e noi lo aspettiamo a braccia aperte, sicure che non ci deluderà.

Infine ricordiamo che dal 29 agosto all'8 di settembre si svolgerà la 75a edizione del Festival Internazionale del cinema di Venezia. Non sappiamo se quest'anno potremo farci una capatina, in ogni caso segnaliamo come al solito grandi attese per alcuni film che speriamo di vedere presto nelle sale cinematografiche. Per l'elenco completo vi rimandiamo al sito ufficiale, QUI, e vi diciamo solo che in concorso il film d'apertura è "First Man" di Damien Chazelle (regista di "La La Land") e tra gli altri segnaliamo l film dei fratelli Coen, di Luca Guadagnino e di Alfonso Cuaron. Fuori concorso l'attesissimo "A star is born" di e con Bradley Cooper.

Quindi prepariamoci a dire addio all'estate e con lei a uno dei tormentoni radiofonici di quest'anno.

No, non è Alvaro Soler e neanche Giusy Ferreri (non siamo mica state lobotomizzate!), parliamo di "LOW" del sempre bravo e carismatico Lenny Kravitz: