• Thebloodyisland

Friday i'm in love


Amici, questa settimana ci sentiamo più isole che mai; più impopolari che mai.

Due grandi eventi la fanno da padrone in questi giorni e noi, scusate, ma ci opponiamo come vere snob a questa deriva culturale che in un solo modo potrà essere vinta; con L'ESTINZIONE! O meglio, come dice Fabi:"un bell'asteroide, e si riparte da zero!"

I due eventi sono il Festival di Sanremo e udite udite...l'uscita del terzo episodio della saga delle sfumature: "Cinquanta sfumature di rosso", tratto dall'omonimo best seller di E.L. James.

Del Festival vi abbiamo già parlato in un post (qui) scritto in questi giorni, di getto, in preda ai fumi della rabbia per il successo di pubblico riscosso, mentre di 50 sfumature non abbiamo molto da dire se non che le prenotazioni sono iniziate parecchio tempo fa, per un film che NON è né interessante, né tanto meno eccitante! Voi direte, eh ma voi giudicate senza averlo visto! ESATTO, ci è bastato il trailer, dobbiamo ammetterlo, piuttosto esilarante. Non riusciamo proprio a capire questa orda di donne che si accalca nei cinema per una storia erotica (??) o sensuale (ma no) o boh, romantica (ma dove?)... che ha nei due protagonisti quanto di più lontano ci possa essere dall'erotismo.

Fine dei pippotti e scusate lo sfogo ma l'amarezza in questi giorni ci devasta.

Per fortuna il mondo è pieno zeppo anche di cose belle da fare, da leggere e da guardare, e quindi diciamo che anziché stare a guardare il Festival, potremmo andare al cinema dove, se trovate una sala libera dalle sfumature, potrete godere del nuovo film di

Clint Eastwood, "15:17 attacco al treno", dove si narra della vera storia di un tentato attacco terroristico, avvenuto nel 2015, sul treno Amsterdam/Parigi. Tratto da un libro scritto dagli eroici protagonisti della vicenda che Eastwood ha voluto come interpreti della sua pellicola.

Altro film uscito ieri è "Final Portrait" di Stanley Tucci, che ha come protagonista il meraviglioso Geoffrey Rush.

Storia di una amicizia fra il celebre scultore e pittore svizzero Alberto Giacometti e James Lord, scrittore americano appassionato d'arte.

Infine il film documentario "Dancer"; biografia del più giovane primo ballerino del Royal Ballet di Londra, l'ucraino Sergei Polunin, considerato il James Dean, il bad boy della danza classica. Un talento naturale immenso, divenuto popolarissimo con il video diretto da David LaChapelle (quasi ventitremilioni di visualizzazioni) mentre si esibisce in una coreografia meravigliosa sulle note di "Take me to church" di Hozier, che vi riproponiamo nel consueto video a piè di pagina.

In libreria ancora le uscite interessanti scarseggiano. Noi vi consigliamo "Isola" edito da Iperborea e scritto da Siri Ranva Hjelm Jacobsen, scrittrice danese dal solito nome impronunciabile. Si tratta di un romanzo di ispirazione autobiografica ambientato in un'isola delle Faroe dove la protagonista cercherà le sue radici e dove negli anni trenta emigrò la sua famiglia.

Il 13 febbraio uscirà finalmente anche in Italia il libro del giornalista americano Michael Wolff, "Fuoco e Furia - Dentro la casa bianca di Trump". Libro che ha fatto molto arrabbiare Trump per le rivelazioni e i retroscena clamorosi. Saggio che descrive i dietro le quinte della controversa campagna presidenziale americana del 2016 che è uscito nonostante le diffide degli avvocati di Trump all'autore e alla casa editrice.

Spulciando il catalogo NETFLIX, che ci salva sempre nelle giornate di vuoto mentale, abbiamo trovato tre filmetti interessanti.

Non stiamo parlando di film che rimarranno nella nostra memoria a lungo, ma per passare una bella serata spensierata vi consigliamo queste tre commedie, ben recitate e non banali: "Newness", "The Intervention" e "Blue Jay".

E ora Sergei Polunin: talento da vendere e testosterone alle stelle.