• Thebloodyisland

Siamo Serie


Abbiamo guardato la mini serie "Big Little Lies" con colpevole ritardo, di cui non abbiamo giustificazione!

Mesi fa, guardando la prima puntata dopo aver saputo della caterva di premi vinta agli Emmy Awards, non ci era sembrata niente di ché. Poteva benissimo aspettare...c'erano cose più urgenti da fare.

Non avevamo capito niente, ovviamente. Chissà per quale dannato motivo ci è passato sotto gli occhi senza lasciarne traccia.

Dopo i Gloden Globe (della serie se proprio non volete capire cercheremo di essere più espliciti), dove ha fatto un' altra scorpacciata di premi, ci siamo decise a dargli una seconda possibilità.

Giuriamo di non esserci fatte influenzare dai premi vinti, ma questa mini serie è davvero molto molto bella.

Ottimamente recitata, grande sceneggiatura e non meno importante, stupenda colonna sonora.

Le attrici sono strepitose, nonostante una personalissima avversione per la Witherspoon e il botulino della Kidman, dobbiamo proprio dire che le due hanno regalato un'interpretazione davvero grandiosa. Al pari delle altre, Laura Dern e Shailene Woodley, solo per citare le più importanti.

Sono tutte madri, in parte mogli e tutte alle prese con piccoli e grandi problemi, nella ricca Monterey, a sud della California.

Tutte straricche (ad eccezione della Woodley), con vestiti costosi, macchine di lusso e ville meravigliose affacciate sull'oceano.

A spezzare questo apparente incanto, un omicidio.

Qualcuno muore, si scopre già dalla prima puntata ma fino alla fine non sapremo nè chi, nè come.

Il bello di questa serie Tv sta proprio in questo, le sette puntate portano lentamente lo spettatore a scoprire vittima, assassino e motivazione; spettatore che però, puntata dopo puntata, si scoprirà poco interessato nel voler sapere chi e come ci ha lasciato le penne, preso com’è dalle movimentate vicende di queste donne disperate.

Tutto si svelerà in un ultima puntata, originale ed efficace.

Trasmessa in Italia da Sky Atlantic, come detto, ha sbancato ai Golden Globe portando a casa i migliori premi: miglior mini serie, migliore attrice protagonista (la Kidman), miglior attrice e attore non protagonista (Lara Dern e Alexander Skarsgard).

Anche delle musiche abbiamo già detto, una soundtrack che vale da sola la visione, a partire dalla sigla "Cold little heart" di Michael Kiwanuka, che vi abbiamo anticipato qualche "Friday" fa, passando per Agnes Obel, Frank Ocean, Elvis Presley, Leon Bridges, Sufjan Stevens e tanti altri.

Vi lasciamo con un pezzo strepitoso di Kitty, "Four days, four nights" e con la buona notizia che la seconda stagione si farà. Arriverà pero' soltanto nel 2019, quindi mettetevi comodi. Per il cast al completo bisognerà aspettare ancora perché le uniche attrici confermate sono la Kidman e la Witherspoon (anche produttrici esecutive della serie, del resto).

Consiglio non richiesto: guardatelo in lingua originale.