• Thebloodyisland

Friday i'm in love


Questa settimana vi vogliamo parlare di una piaga che colpisce tutti gli anni i veri amanti della lettura: il romanzo estivo. 

Tutti sapete che l'estate è il momento del "finalmente HO TEMPO per leggermi un bel libro in spiaggia"; tempo che davvero non si riesce a trovare per i restanti mesi dell'anno! Tempo che si trova ovviamente per guardare il cellulare per ore, un bel programma su canale 5 ma non certo per mettersi lì a leggere 10 pagine e... "fortunate voi che avete così tanto tempo da dedicare alla lettura"...certo.

Il famoso libro da spiaggia, dicevamo, ha alcune caratteristiche imprescindibili: copertina coloratissima e possibilmente glitterata con titolo in rilievo che deve contenere almeno una fra le parole: amore, cuore, sole, bacio, mare, te, me, noi...e così via.

Vi diamo alcuni esempi presi a caso tra le ultime uscite: "amore per tre", "tutta colpa di quel bacio", "amore proibito", "e allora baciami", l'immancabile Nicholas Sparks con "la vita in due" e, forse quello dal titolo che li batte tutti, "Un tubino è per sempre".

Almeno quest'anno pare non esserci la proposta del libro sull'alimentazione...dopo il SUCCESSONE (indiscusso primo in classifica per mesi)  del volume LA DIETA DUKAN, non abbiamo scorto per fortuna nulla del genere all'orizzonte.

Certo ci sono i libri di cucina, un bel passatempo per chi non ha proprio voglia di impegnare la mente (noi continuiamo a domandarci come si possa "leggere" un libro di cucina) che immancabilmente a Natale e d'estate troneggiano nelle librerie.

Accettate un consiglio: continuate a non leggere! Perché, diciamolo, avrete anche più tempo ma nessuna, proprio nessuna voglia di leggere. 

Capirete quindi che per noi non è facile trovare uscite interessanti da consigliare. Ma cercando a fondo, qualcosa c'è, magari fra le case editrici meno conosciute, più impegnate.

Ad esempio, Ponte alle Grazie ha rieditato "Il racconto dell'Ancella" di Margaret Atwood.

Romanzo distopico ambientato in un futuro prossimo in cui le donne sono state private di qualsiasi potere e in balìa di un regime teocratico totalitario; relegate a mero strumento riproduttivo.

Bellissimo l'articolo riportato su "Robinson" di domenica scorsa in cui la scrittrice, intervistata, racconta di quanto oggi più che mai sia rilevante il racconto. Trentadue anni fa, quando uscì, fu definito inverosimile. Oggi, purtroppo plausibile.

In America il libro ha scalato le classifiche, complice anche la fortunata uscita, il 26 aprile scorso, della serie tv (titolo originale "The Haindmaid's Tale") in dieci puntate che ha esaltato pubblico e critica e speriamo arrivi presto anche da noi anche se non sarà una visione per tutti. Si parla infatti di scene terribili, per le quali però, dice la Atwood, non si è inventata niente, si tratta di verità storiche avvenute in vari periodi storici.

Certo passare dal "tubino nero.." a "il racconto dell'ancella" è forse un po' troppo, ma ci sono delle interessanti vie di mezzo; ieri ad esempio è uscito, edito da Fazi " Nuvole di fango", romanzo d'esordio di Inge Schilperoord, psicologa scrittrice che con il suo libro ci trasporta in un vorticoso viaggio dentro una mente malata. La critica ne è entusiasta.                     

Un'ultima proposta è "Il ragazzo nuovo" di Tracey Chevalier, edito da Rizzoli, un'originale trasposizione di Otello in cui pregiudizio razziale, invidia e gelosia sono i temi dominanti. L’autrice riesce ad attualizzarli in una scuola americana negli anni Settanta, dove un gruppo di adolescenti rivivono le vicende dei protagonisti del noto dramma shakespeariano. Il romanzo è diviso in cinque capitoli e la storia si sviluppa all’interno di un istituto scolastico nell’arco di una sola giornata. 

Se d'estate le librerie piangono, le piazze per fortuna gioiscono e c'è davvero l'imbarazzo della scelta tra festival e concerti.

Ne segnaliamo due, molto diversi come genere ma altrettanto interessanti:

GOA BOA Festival a Genova, dove domani sera si esibirà SAMUEL e CASA DEL JAZZ , festival Jazz a Roma durante il quale sempre domani sera saliranno sul palco i Bad Plus.

Noi chiudiamo qui, fate un po' quel che vi pare ma non cedete al romanzo estivo, fatelo per VOI.

#lettura #festival