Friday i'm in love

June 21, 2019

 

Quando il caldo ti da alla testa ti dimentichi anche le cose importanti.

Tipo che mercoledì è iniziato Big Little Lies, seconda stagione.

Diamo la colpa al caldo anche se è proprio da noi tenere una rubrica in cui facciamo le fighe anticipando serie, letture e altro e  poi, dimenticarci di una delle serie più belle degli ultimi anni. Vincitrice di otto Emmy e quattro Golden Globe con la prima, questa seconda stagione, che preoccupava molti, pare mantenga il livello, forse anche grazie all'arrivo di un nuovo personaggio, la madre del defunto Perry, interpretata da "lei", la regina, Meryl Streep.

L'altra novità sul piccolo schermo è sempre una seconda stagione, quella di Dark, l’inquietante serie tv fantascientifica/drammatica tedesca targata Netflix. La logica è sempre quella: gli eventi soprannaturali accadono ogni 33 anni e i protagonisti si muoveranno nel 1954, 1987, 2020 e 2053.

 

Non grosse novità In libreria per cui vi consigliamo un romanzo del 2018 di Tiffany McDaniel, "Il caos da cui veniamo", edito da Atlantide. Un libro definito potente e feroce per una storia idealmente ispirata alla vita di sua madre (nel libro Bitty Lazarus) e alla famiglia di lei. L'indimenticabile Bitty e la sua bizzarra famiglia, i Lazarus, sullo sfondo degli Appalachi tra gli anni Cinquanta e i Settanta del Novecento: un padre di origine pellerossa, Landon, forte e sognatore, creatore di fantastiche storie, una madre bellissima e smarrita, Alka, prigioniera di se stessa e dei propri fantasmi, i tanti fratelli e sorelle, Leland, Fraya, Flossie, Hawkthorne e Tru-stin, ognuno dei quali porta con sé desideri e segreti inconfessabili. Infine Bitty stessa, l'Indianina come viene chiamata affettuosamente da suo padre, che cresce nella cittadina di Breathed, Ohio, tra odio, amore, pregiudizi e magie invisibili, coltivando il sogno di diventare scrittrice.

 

Un libro uscito invece ad Aprile di quest'anno che pare molto interessante è "Prima classe" dello scrittore francese Michel Deon, edito da E/O, la seconda delle sue opere tradotte in italiano Siamo negli anni cinquanta e  Arthur Morgan, proveniente da una famiglia modesta ma dignitosa, vince una borsa di studio per la prestigiosa università di Boston. La madre, con grandi sacrifici, riuscirà a comprargli un biglietto di Prima classe, per coronare il suo desiderio più sentito, quello che gli va ripetendo da anni: vuole che il figlio riesca un giorno a entrare nel bel mondo. Purtroppo però ai suoi successi in ambito lavorativo seguiranno altrettanti insuccessi in ambito affettivo. 

 

Un'altra "non novità" ma in arrivo in libreria fra pochi giorni è "La mia estate fortunata" di Miriam Toews, nostra scrittrice di culto. Si tratta del suo primo romanzo, scritto nel 1996 ma rimasto inedito in Italia. La storia è ambientata nel cuore di Winnipeg, nella casa di accoglienza per ragazze madri. Lucy ha diciotto anni e un figlio senza padre; Lish di figli ne ha quattro e ostenta indipendenza, ma in segreto sogna che il padre delle sue gemelle, il mangiafuoco amato per una notte e poi scomparso, prima o poi si faccia vivo. Come per incanto, cominciano ad arrivare lettere dal mangiafuoco; Lish è abbastanza folle da proporre a Lucy di prendere tutti e cinque i figli e partire per andare a cercarlo. Lucy è felice di questa novità, anche se sa fin troppo bene che non lo troveranno. Quello che ancora non sa, invece, è che quella sarà la sua estate fortunata.

 

Come sapete ultimamente stiamo seguendo molti podcast e vi consigliamo quindi due nuove offerte della piattaforma storielibere.fm , che ci sembrano davvero interessanti.

Uno è "DAIMON" di Violetta Bellocchio (che trovate QUI).  La Bellocchio esplora il pericolo e il fascino del pensiero assoluto, sviluppando una serie di grandi ossessioni attraverso il massimo della libertà che permette la “forma mista” del racconto orale.

L'altro è "TINA" di Matteo B. Bianchi (QUI) che seguiamo già nel suo interessante "Copertina". In questo nuovo podcast ci parla di riviste di narrativa che ci permettono di scovare i talenti del futuro. 

 

Le sale cinematografiche si stanno svuotando, a causa anche della poca proposta estiva, ma qualcosa lo si trova sempre.

Si tratta di CLIMAX, film francese diretto da Gaspar Noé (regista di IRREVERSIBLE e LOVE) che sta facendo molto parlare, definito dalla critica SCONVOLGENTE e DIABOLICO.

È la storia di un gruppo di venti ballerini francesi che in una notte invernale si riuniscono in un remoto edificio isolato nel bel mezzo della foresta. Siamo a metà degli anni Novanta e la nottata di prove per i giovani in breve tempo si trasforma in un festino a base di sangria e LSD. Tra musica alta e divertimento, i giovani vengono pervasi da una strana e ipnotica follia, che crescerà di ora in ora. Sebbene alcuni si sentiranno in paradiso, altri si ritroveranno immersi nel loro inferno personale.

 

Lo scorso venerdì abbiamo spulciato tra i video di COLORS, oggi lo facciamo tra quelli di LA BLOGOTHEQUE in cui abbiamo scovato Bon Iver in un "One to One" esibirsi davanti a una fortunatissima sconosciuta.

Se non sapete cosa regalarci a Natale...

 

 

Share on Twitter
Please reload

RECENT POSTS:

January 22, 2020

January 21, 2020

January 17, 2020

January 8, 2020

January 7, 2020

Please reload