non si giudica un libro dalla copertina

September 14, 2017

 

"CARA IJEAWELE_ovvero Quindici consigli per crescere una bambina femminista" non è un libro, non è un racconto, è una lettera che Chiamamanda Ngozi Adichie scrive alla sua amica Ijeawele in risposta alla richiesta di consigli su come crescere la figlia femminista.

La scrittrice, conosciuta ai più proprio per la sua posizione riguardo alla condizione delle donne, non solo nella sua Africa ma ovunque, portatrice della bandiera del NUOVO FEMMINISMO, esempio e icona per tutte le donne, è una scrittrice formidabile, vincitrice di alcuni tra i premi letterari più ambiti con romanzi che parlano del suo mondo a tutto il mondo.

Raccolti in questo libretto ci sono quindici consigli a una neo mamma di una bambina su come crescerla indipendente e libera, ma anche a tutte noi, madri o no.

Un intenso pamphlet sotto forma di lettera in cui, attraverso un linguaggio confidenziale e allo stesso tempo politico dà vita a un manifesto necessario in un presente dove il concetto di uguaglianza è ancora troppo lontano, dove dobbiamo non solo educare gli uomini ma purtroppo anche e ancora le donne.

Un libretto che sta nella borsetta di tutte le donne e nella tasca di tutti gli uomini, da avere sempre con noi, da leggere e rileggere e da non dimenticare. Ma meglio ancora starebbe nelle aule di tutte le scuole come libro di testo (magari al posto di quello di religione) per inculcare nelle menti dei giovani il concetto di uguaglianza.

 

Eccoli, alcuni dei suoi consigli:

"Insegnale la differenza. Rendi la differenza naturale, rendila normale. Insegnale a non attribuire un valore particolare alla differenza. E il motivo per farlo non è essere giusti o carini, ma semplicemente umani e pratici. Perché la differenza è la realtà del nostro mondo. E insegnandole la differenza, le fornisci gli strumenti per sopravvivere in questo mondo così vario. 
Deve sapere e capire che le persone percorrono sentieri diversi nel mondo e che, se non creano danni agli altri, tutti quei sentieri sono validi, degni del suo rispetto"

 

"Di' a Chizalum che le donne, in realtà, non hanno bisogno di essere difese e onorate; hanno solo bisogno di essere trattate alla pari come esseri umani. C'è una sfumatura di paternalismo nell'idea che le donne debbano essere 'onorate e difese' perché sono donne. Mi fa pensare alla cavalleria, e il presupposto della cavalleria è la debolezza femminile."

 

"insegna a Chizalum a leggere, Insegnale ad amare i libri. Il modo migliore è attraverso l'esempio casuale. Se ti vede leggere capirà che ne vale la pena. Se non dovesse andare a scuola, e si limitasse a leggere libri, probabilmente imparerebbe più cose di un bambino istruito in modo convenzionale. I libri l'aiuteranno a capire il mondo, a metterlo in discussione, l'aiuteranno a esprimersi, a diventare ciò che desidera (...) Se ogni altra strategia fallisse, pagala per leggere. Un'impresa costosa, ma anche un degno investimento!"

 

 

5/5

 

 

 

 

 

 

 

Share on Twitter
Please reload

RECENT POSTS:

January 22, 2020

January 21, 2020

January 17, 2020

January 8, 2020

January 7, 2020

Please reload